Paste e farine di Calabria

Paste e farine di Calabria:
Vecchie gesta di mani esperte delle massaie calabresi, per un impasto semplice, costituito da farina di grano duro e acqua, nascono i fileja o filateddhi o maccarruni’i casa, ottenuti arrotolando la pasta intorno ad un giunco, ornati da una spolverata di ricotta secca e salata, punzecchierà i palati più fini. Nelle zone di Gioia Tauro di gusto eccellente sono i friscatuli, polenta con broccoli calabresi condita con sugna.

Innumerevoli varianti per la pasta, tra le comunità greche e sopratutto albanesi, dove la tradizione ha ancora forti radici, lì si prepara un tipo di pasta, gli shtridhelat, lavorata interamente a mano fino a formare un intreccio di strisce che viene poi tagliato in tanti pezzi simili a fettuccine. Nella costa jonica, quella reggina in particolare sono molte le aziende che con le mandorle preparano una pasta, appunto pasta di mandorle, che diluita con acqua, diventa una dolce bevanda. Servita fredda in estate è molto dissetante.